Antonella D’Agnano

Antonella D’Agnano (Manduria 1999) ha conseguito, con una tesi in Critica e teoria della letteratura su Elsa Morante, la laurea triennale in Lettere a Milano. È lì che attualmente vive, frequentando il corso di laurea magistrale in Filologia Moderna. 
Ha collaborato con varie riviste online.
È redattrice di Limina da marzo 2020.

Comma 22

Storia mondiale delle donne: un destino e un dolore immutabile?

Leggere da donna opere di donne dedicate alla questione femminile non è sempre semplice. La consapevolezza è talvolta dolorosa. Questo dolore però significa che stiamo andando nella direzione giusta, e il dolore ci…

Leggere da donna opere di donne dedicate alla questione femminile non è…

Comma 22

Rendere visibile l’invisibile. Sortilegi di Bianca Pitzorno

In occasione della diciannovesima edizione di Microeditoria di Chiari (25-28 giugno), in cui sarà presente anche Limina domenica 27 in un dialogo con Annalisa Cuzzocrea, la rivista propone qui di seguito la recensione…

In occasione della diciannovesima edizione di Microeditoria di Chiari (25-28 giugno), in…

Comma 22

Fino in fondo alla paura. Il serpente di Stig Dagerman

Un treno, un caldo asfissiante, afoso a un punto tale da rendere tutto sfumato: l’immagine è quella di una pianura, c’è una stazione che «grava come un colosso» su di essa, la ghiaia…

Un treno, un caldo asfissiante, afoso a un punto tale da rendere…

Comma 22

Che cos’è un essere umano? Storie di gente felice di Lars Gustafsson

Ciò che può essere definito “felicità” è difficilmente catalogabile in raffigurazioni dai bordi netti e precisamente delineati. E se è vero che quella reale è data da un attimo, da epifanici momenti tanto…

Ciò che può essere definito “felicità” è difficilmente catalogabile in raffigurazioni dai…

Premio Lattes Grinzane

Il valore della Storia. Una conversazione con Daniel Kehlmann

In seguito alla conclusione della decima edizione del Premio Lattes Grinzane, riconoscimento internazionale organizzato dalla Fondazione Bottari Lattes, che la redazione di Limina ha raccontato da vicino, scopriamo i tre finalisti internazionali del premio: Eshkol Nevo,…

In seguito alla conclusione della decima edizione del Premio Lattes Grinzane, riconoscimento internazionale…

Comma 22

Di vita privata e pettegolezzi. Trentacinque anni senza Elsa Morante

Trentacinque anni fa ci lasciava una donna i cui fantasmi avrebbero ispirato narrazioni che l’avrebbero resa una delle più grandi autrici del Novecento. In realtà vorrei scrivere la più grande, lo ammetto, se…

Trentacinque anni fa ci lasciava una donna i cui fantasmi avrebbero ispirato…

Comma 22

Un destino inevitabile. Cent’anni di Gesualdo Bufalino

«Tutto è accaduto, nei primi dieci anni della nostra storia», e questo è particolarmente vero per gli scrittori, scrive Leonardo Sciascia. Se è vero che un destino è già assegnato alla nascita, fatalità,…

«Tutto è accaduto, nei primi dieci anni della nostra storia», e questo…

Premio Lattes Grinzane

Vivere durante la Guerra dei Trent’anni. Il re, il cuoco e il buffone di Daniel Kehlmann

Prosegue il viaggio di Limina tra i libri finalisti della X edizione del Premio Lattes Grinzane, riconoscimento internazionale organizzato dalla Fondazione Bottari Lattes che vede la partecipazione di autori italiani e stranieri ed è dedicato ai migliori libri…

Prosegue il viaggio di Limina tra i libri finalisti della X edizione del Premio Lattes…

Comma 22

D’ascolto e depressione. Ragioni per continuare a vivere, di Matt Haig

«Nei momenti peggiori ti auguri con tutte le tue forze di avere qualunque altra malattia, qualunque altro dolore fisico, perché la mente non ha limiti e anche i suoi tormenti – quando ci…

«Nei momenti peggiori ti auguri con tutte le tue forze di avere…