Comma 22

David Golder, il romanzo del fallimento

Qualche mese fa è stato pubblicato per Adelphi l’epistolario di Irène Némirovsky, la scrittrice francese attiva negli anni Trenta e oggetto di una recente rivalutazione. In quest’occasione si propone di tornare indietro nel…

Qualche mese fa è stato pubblicato per Adelphi l’epistolario di Irène Némirovsky,…

Comma 22

Massiccio e debordante, una conversazione con Luca Ricci

Luca Ricci è appena tornato in libreria con un libro di racconti, Gotico rosa, edito da La nave di Teseo. È un libro che parla delle ombre dell’amore e che tenta di coniugare…

Luca Ricci è appena tornato in libreria con un libro di racconti,…

Comma 22

Trasmutare il mondo attraverso la lingua.

«Il romanzo mondano si è sviluppato ignorando il fatto che siamo inseparabili dal resto del mondo, che siamo visceralmente e totalmente intrecciati a forze ed entità non-umane». Lo scrive nel suo saggio L’antropocene inconscio, Mark…

«Il romanzo mondano si è sviluppato ignorando il fatto che siamo inseparabili dal…

Comma 22

Sicilia e lingua dei sentimenti. Intervista a Veronica Galletta

Ci sono penne a cui bastano poche righe per catturare il lettore, diventano in un batter d’occhio fedeli compagne di viaggio per lettori che cercano eleganza, emozioni e racconti che valicano i confini…

Ci sono penne a cui bastano poche righe per catturare il lettore,…

Comma 22

Venticinque anni: stile o errore? Su 25 di Bernardo Zannoni

«La vita o è stile o è errore». Lo scrisse Giovanni Arpino nell’incipit di uno dei suoi ultimi romanzi, Passo d’addio (Einaudi, 1986). La vita può essere qualcosa di preimpostato, che bisogna accettare così com’è,…

«La vita o è stile o è errore». Lo scrisse Giovanni Arpino…

Comma 22

La storia di un’Italia minore tra colline e coloni. Un giorno verrà di Giulia Caminito

«Ci si abitua a tutto, dicevano i suoi compagni, anche ai morti e al sangue, al pisciarsi addosso e ai cavalli a cui una bomba ha staccato la testa e che per un…

«Ci si abitua a tutto, dicevano i suoi compagni, anche ai morti…

Comma 22

Farsi giocare. Nefando di Mónica Ojeda

Stupro, suicidio, pedofilia, zoofilia, cannibalismo, necrofilia, incesto. Se esistesse l’album di figurine dei tabù sarebbe Nefando (Polidoro, traduzione di Massimiliano Bonatto) e Mónica Ojeda, la sua autrice, in questo romanzo avrebbe completato la collezione. Grazie…

Stupro, suicidio, pedofilia, zoofilia, cannibalismo, necrofilia, incesto. Se esistesse l’album di figurine…

Comma 22

Le stanze buie dell’infanzia. Intervista a Enrico Macioci

Nel 1981 – racconta la storia – Alfredo Rampi cade nel pozzo di Vermicino e tutta l’Italia si trova ad assistere al primo dramma in diretta televisiva.Negli stessi giorni – e da qui…

Nel 1981 – racconta la storia – Alfredo Rampi cade nel pozzo…

Comma 22

Sulla morte frattale dell’Occidente. Annientare di Michel Houellebecq

Quando esce un nuovo romanzo di Houellebecq, ci sono in genere due fronti ad accoglierlo: uno, semplicemente esultante, che vede ancora in Houellebecq un indomito fustigatore dei costumi (e specialmente dei costumi della…

Quando esce un nuovo romanzo di Houellebecq, ci sono in genere due…

Oltre la Soglia

#Geografie librarie | La libreria Incrocio Quarenghi di Bergamo

A pochi isolati dal centro di Bergamo, in una via più defilata, la libreria Incrocio Quarenghi, nata nel 2014 nel cuore della città bassa, è una boccata d’aria dopo i negozi e i…

A pochi isolati dal centro di Bergamo, in una via più defilata,…