Giacomo Giossi

Giacomo Giossi lavora a cheFare, scrive per varie riviste e giornali, tra le quali minima&moralia, Il Tascabile, Artribune.

Comma 22

Bobi Bazlen, l’ombra di Trieste

Chi era Bobi Bazlen? O meglio chi è Robert Bazlen detto Bobi? Già, perché la figura di Bazlen attraversa il tempo ben oltre la sua secolarità e rappresenta una sorta di religione laica…

Chi era Bobi Bazlen? O meglio chi è Robert Bazlen detto Bobi?…

Comma 22

Una passeggiata dentro il Muggenheim di Giampiero Mughini

Dei libri possono essere contenuti in un solo libro? E se fosse possibile, cosa si potrebbe intendere per “contenere dei libri”? Le loro copertine? Il loro pensiero o magari addirittura il loro tempo?…

Dei libri possono essere contenuti in un solo libro? E se fosse…

Comma 22

Ritorno a Route El Fawara. Bettino Craxi nel ricordo del figlio

La scena si svolge in una grande fredda e malconcia stanza d’ospedale, due uomini soli, un padre e un figlio. Il padre nel letto e il figlio con un biglietto in mano e…

La scena si svolge in una grande fredda e malconcia stanza d’ospedale,…

Comma 22

Quando la politica plasma un territorio. La lotta negli anni Settanta in Alto Adige Südtirol

Per raccontare la storia di un luogo e della sua società è necessario saper dosare e mischiare una moltitudine di fattori ed elementi. Solitamente ci si limita al racconto di una comunità ristretta…

Per raccontare la storia di un luogo e della sua società è…

Comma 22

Stile Alberto. Dal profondo dello sprofondo in viaggio con Alberto Arbasino

C’è un modo molto ben preciso di essere lombardi (che è cosa ben lontana dall’essere milanesi) e che contraddistingue in particolare i lombardi in gita a Roma come nel mondo (i lombardi chiaramente…

C’è un modo molto ben preciso di essere lombardi (che è cosa…

Comma 22

Un uomo pieno di gioia. Quando Cesare Garboli si specchiò nei Diari di Delfini

Cesare Garboli è stato un uomo di molti libri e di nessun libro, curatore di scrittori e di scrittrici più che di libri e di testo quando ancora di curatori non si parlava…

Cesare Garboli è stato un uomo di molti libri e di nessun…

Camera Obscura

Il segno recluso della pandemia. Indoors di Nina Fuga

Non si può certo dire che ne siamo usciti o tanto meno che la pandemia abbia esaurito la sua diffusione, anzi è evidente a chiunque che se i vaccini non verranno diffusi anche…

Non si può certo dire che ne siamo usciti o tanto meno…

Comma 22

La salvezza della sconfitta. Spatriati di Mario Desiati

Raccontare una generazione e nello specifico la propria è un’ambizione che pervade da tempo la letteratura italiana contemporanea, in particolare quella degli ultimi dieci anni. Un movimento che s’incrocia con il tentativo diciamo…

Raccontare una generazione e nello specifico la propria è un’ambizione che pervade…

Camera Obscura

Nello spazio della frattura. A vent’anni da La stanza del figlio di Nanni Moretti

Quando la luce in sala si accese – oltre al solito accecante rivelarsi delle forme dei corpi dopo i titoli di coda su fondo nero – tutti restammo in silenzio, molti gli occhi…

Quando la luce in sala si accese – oltre al solito accecante…

Comma 22

La sopravvivenza della memoria. Al centro del mondo di Alessio Torino

Come un lungo piano sequenza, come un paesaggio rarefatto, come una composizione di oggetti senza alcuna necessaria profondità prospettica, così si apre e assume forma il nuovo romanzo di Alessio Torino, Al centro…

Come un lungo piano sequenza, come un paesaggio rarefatto, come una composizione…