Camera Obscura

La storia, la scatola. La vita impossibile di Christian Boltanski

Non è senza un po’ d’imbarazzo che proviamo a ricordare Christian Boltanski, l’artista che proprio della memoria e della morte ha fatto gli elementi precipui della sua arte. Scrivere il necrologio di chi…

Non è senza un po’ d’imbarazzo che proviamo a ricordare Christian Boltanski,…

Camera Obscura

Dispacci dal Festival di Cannes: l’anno della rilevanza

Infine le strade di Cannes si sono ripopolate di persone con il cartellino al collo. Il Festival è tornato sulla Croisette, le celebrità sfilano sul tappeto rosso, e nonostante i tendoni sotto la…

Infine le strade di Cannes si sono ripopolate di persone con il…

Camera Obscura

L’ombra del sogno. Un altro giro di Thomas Vinterberg

«[…] Perciò, nella fase iniziale, possiamo definire l’Ombra come tutto ciò di cui l’uomo non è consapevole. Man mano che procediamo nell’indagine, scopriamo in genere che essa è formata in parte da elementi…

«[…] Perciò, nella fase iniziale, possiamo definire l’Ombra come tutto ciò di…

Camera Obscura

Alida Valli, i cento anni di un’attrice da riscoprire

Alida Maria Altenburger von Marckenstein und Frauenberg, un nome – anzi un cognome – lungo, difficile, imponente che subito denota le ascendenze aristocratiche di Alida, che nel 1921 nasce da madre istriana e…

Alida Maria Altenburger von Marckenstein und Frauenberg, un nome – anzi un…

Camera Obscura

Paolo Cognetti e i Sogni di Grande Nord nelle distese della mente

Per raccontare I sogni di Grande Nord di Paolo Cognetti, assurto alla popolarità internazionale con il suo romanzo Le Otto Montagne del 2016 (Einaudi), vale la pena di riavvolgere la memoria e pensare…

Per raccontare I sogni di Grande Nord di Paolo Cognetti, assurto alla…

Camera Obscura

La Romania ai tempi del Covid. Sesso sfortunato o follie porno

Un amplesso totalmente disinibito (ed esibito) tra le pareti d’una stanzetta con Lili Marleen in sottofondo, mentre una macchina da presa vorticosa non lesina particolari e dettagli più che spinti stringendo su parti…

Un amplesso totalmente disinibito (ed esibito) tra le pareti d’una stanzetta con…

Camera Obscura

Nello spazio della frattura. A vent’anni da La stanza del figlio di Nanni Moretti

Quando la luce in sala si accese – oltre al solito accecante rivelarsi delle forme dei corpi dopo i titoli di coda su fondo nero – tutti restammo in silenzio, molti gli occhi…

Quando la luce in sala si accese – oltre al solito accecante…

Camera Obscura

Fra le nebbie dell’autentico. Sul cinema di Giorgio Diritti

Il protagonista de La voce della luna si chiama Salvini, ma se c’è qualcosa di profetico nell’ultimo film di Fellini è che la postmodernità si sta privando dell’autentico. Oggi, alle soglie della duplicazione…

Il protagonista de La voce della luna si chiama Salvini, ma se…

Camera Obscura

Apples, grammatica del ricominciare

Non esiste solamente Yorgos Lanthimos quando si parla di cinema greco, è un concetto che va ribadito ogni volta che l’argomento viene sollevato. Tsangari, Avranas, Makridis, Tzoumerkas, sono tutti registi che nel corso…

Non esiste solamente Yorgos Lanthimos quando si parla di cinema greco, è…

Comma 22

Io e Mr. Wilder, quando il romanzo rima con il cinema

In Io e Mr. Wilder, l’ultimo romanzo di Jonathan Coe, l’Io (narrante) a cui il titolo fa riferimento è quello di Calista, una ragazza greca che nel 1976, in viaggio per gli Stati…

In Io e Mr. Wilder, l’ultimo romanzo di Jonathan Coe, l’Io (narrante)…