Camera Obscura

Senza nomi propri non c’è salvezza. I’m thinking of ending things di Charlie Kaufman

«Son le cose/ Che pensano ed hanno di te/ Sentimento»(Le cose che pensano, Lucio Battisti/Pasquale Panella) Donald Kaufman: «Ma c’è un colpo di scena: scopriamo che l’assassino soffre di un disturbo di personalità.…

«Son le cose/ Che pensano ed hanno di te/ Sentimento»(Le cose che…

Camera Obscura

La redenzione impossibile. I 60 anni di Rocco e i suoi fratelli

Scoprire come invecchiano i film, come reagiscono al contatto con la nebulosa e sottile patina del tempo ha un fascino che diventa irresistibile nel momento in cui  a compiere un’età importante sono pellicole…

Scoprire come invecchiano i film, come reagiscono al contatto con la nebulosa…

Comma 22

#Anatomia del classico | Alfred Hitchcock, il gourmet del delitto

Un segno sicuro di grandezza, nel campo della creazione artistica (ma forse non solo) è la riconoscibilità: nei grandi il tutto è presente nella parte, e viceversa. La grandezza, se fosse una figura…

Un segno sicuro di grandezza, nel campo della creazione artistica (ma forse…

Camera Obscura

Heartbreak Linda. In ricordo di Linda Manz, adottata dallo schermo

Quando a Venezia, diciott’anni fa, mi capitò d’intervistare gli autori di Rosy–Fingered Dawn – Un film su Terrence Malick, presentato nella sezione “Nuovi Territori”, una delle domande riguardava un volto, quello di Linda…

Quando a Venezia, diciott’anni fa, mi capitò d’intervistare gli autori di Rosy–Fingered…

Camera Obscura

Venezia77. Da dove riparte il cinema

LA MOSTRA DEL 2020 Venezia77 è l’edizione più chiacchierata della Mostra d’Arte Cinematografica almeno da una decina d’anni in avanti, ed è lecito che lo sia. Decidere di continuare, di essere il primo…

LA MOSTRA DEL 2020 Venezia77 è l’edizione più chiacchierata della Mostra d’Arte…

Camera Obscura

Alan Parker, le favole del riscatto sul rapido di mezzanotte

«Una volta un critico mi ha descritto come un fascista estetico.»Alan Parker Strano che nel cumulo di tributi e accorati omaggi ad Alan Parker, scomparso il 31 luglio, quasi nessuno abbia speso qualche…

«Una volta un critico mi ha descritto come un fascista estetico.»Alan Parker…

Camera Obscura

Romanticismo in fiamme. I trent’anni di Cuore selvaggio di David Lynch

Che David Lynch fosse, senza ironie, un romantico – anzi, assieme a Michael Mann e a Woody Allen, l’ultimo romantico del cinema statunitense –, lo si era capito fin dai tempi di The…

Che David Lynch fosse, senza ironie, un romantico – anzi, assieme a…

Camera Obscura

Carl Reiner, ovvero la lucida follia (comica)

«Devi immaginarti non come un tipo speciale, ma molto ordinario. Se t’immagini come un essere normale e ti fa ridere, farà ridere tutti. Se pensi a te stesso come a qualcosa di speciale,…

«Devi immaginarti non come un tipo speciale, ma molto ordinario. Se t’immagini…

Camera Obscura

Ricercare la luce. Le radici del cinema di Amos Gitai

Amos Gitai è un regista di rottura, i suoi sono sempre film dal grande potenziale militante. C’è, nel suo lavoro, un fondo di composta aggressività verso il sistema, qualunque esso sia: la politica,…

Amos Gitai è un regista di rottura, i suoi sono sempre film…

Camera Obscura

Da 5 Bloods di Spike Lee: fare pace col passato

Mentre la coscienza dell’America è scossa dalla furia iconoclasta contro i simboli di quel razzismo che è peccato originale della Nazione e ferita ancora costantemente riaperta, latente piaga mai sanata e volutamente ignorata…

Mentre la coscienza dell’America è scossa dalla furia iconoclasta contro i simboli…