Martina Carnesciali

Classe 1985, nata sul finire della primavera, Martina Carnesciali ha studiato alla facoltà di Lettere, ha frequentato la Scuola Holden, ha seguito corsi allo IED. Collabora con il quotidiano La Stampa da 10 anni e Sottotesto Editoriale è la sua agenzia di servizi letterari.

Comma 22

La colpa di Emma. A una certa ora di un dato giorno, di Mariantonia Avati

Ho battuto più volte la lingua sul palato con lo stesso trasporto di Humbert quando chiamava Lolita. A una certa ora di un dato giorno, ho letto sottovoce solo per il gusto di…

Ho battuto più volte la lingua sul palato con lo stesso trasporto…

Comma 22

Perchè siamo vivi finché andiamo giù. Giovanissimi di Alessio Forgione

Lo ricordo bene, quel tempo sospeso. Non c’è previsione del dopo, né contezza del prima: l’inizio dell’adolescenza è un lungo, lunghissimo presente lento e privo d’ossigeno. Ogni aspetto è dilatato, le giornate a…

Lo ricordo bene, quel tempo sospeso. Non c’è previsione del dopo, né…

Comma 22

Il copione strappato. Su L’esercizio di Claudia Petrucci

È il 1974. Marina Abramović ha 28 anni. Le ore sono 6. Sul tavolo dello Studio Morra di Napoli ci sono 72 oggetti che qualsiasi persona, per quel lasso di tempo lunghissimo e…

È il 1974. Marina Abramović ha 28 anni. Le ore sono 6.…

Comma 22

Gineceo. Da Sylvia Plath a Fleabag

Ci sono parole capaci di agire come inneschi. Diventano ami – armi – per la memoria, rotte dell’esistenza. Certe volte non te ne accorgi, ma a specifici termini abbini personaggi, valori, colori, sentimenti.…

Ci sono parole capaci di agire come inneschi. Diventano ami – armi…