• Camera Obscura

    Piccole donne, oltre il tempo e il genere

    Piccole donne è stato il primo libro che ho letto da bambina e l’unico che poi, mentre crescevo, ho riletto più e più volte. Avevo addirittura imparato a memoria alcuni passaggi ed ero…

    Piccole donne è stato il primo libro che ho letto da bambina…

  • Camera Obscura

    1917, il piano sequenza della Storia

    I film di guerra esercitano da sempre un grande fascino, forse perché richiamano, o ci si aspetta da loro, grande intrattenimento e allo stesso tempo perizia tecnica. Nessun altro frangente storico quanto le…

    I film di guerra esercitano da sempre un grande fascino, forse perché…

  • Comma 22

    La voce di Edith Stein, da Auschwitz all’Europa

    Nata nella Breslavia tedesca (oggi polacca) da una famiglia ebrea, cui darà un grande dolore convertendosi al cattolicesimo e scegliendo la monacazione, filosofa tra le più brillanti dell’ultimo secolo a cui un mondo…

    Nata nella Breslavia tedesca (oggi polacca) da una famiglia ebrea, cui darà…

  • Oltre la Soglia

    Atti osceni. Dentro i tre processi a Oscar Wilde

    Con Atti osceni – I tre processi di Oscar Wilde del drammaturgo Moisés Kaufman, in scena al Teatro Elfo Puccini di Milano fino al 26 gennaio, i registi Ferdinando Bruni e Francesco Frongia offrono un…

    Con Atti osceni – I tre processi di Oscar Wilde del drammaturgo…

  • Camera Obscura

    Jonas Mekas, ovvero come filmare la polvere che cade

    «Il Picasso del cinema d’arte» lo definì il fotografo e documentarista newyorkese Peter Beard. Dopo l’effetto Jonas Mekas, infatti, il cinema non è più stato lo stesso.Mekas, morto a New York un anno…

    «Il Picasso del cinema d’arte» lo definì il fotografo e documentarista newyorkese…

  • Camera Obscura

    Andrej Tarkovskij, mio padre

    Il cinema è morto, viva il cinema. Nel pieno delle polemiche sulla nuova funzione della settima arte – le partitelle al campetto tra Netflix e le sale, Marvel contro Scorsese, le spoglie di…

    Il cinema è morto, viva il cinema. Nel pieno delle polemiche sulla…

  • Oltre la Soglia

    Non abituarsi al buio. La primavera dei diritti dei Sentinelli di Milano

    “Perché non andiamo a rispondere a modo nostro alle Sentinelle in piedi”? Un invito nato quasi per scherzo. Intorno al quale, istintivamente, si è riunito un gruppo di amici, in un caotico, colorato…

    “Perché non andiamo a rispondere a modo nostro alle Sentinelle in piedi”?…

  • Comma 22

    L’anarchia della risata. Sull’autobiografia di Charlie Chaplin

    Non perché ne abbia curato la prefazione. Anzi no: proprio per questo. Perché per anni ho insistito che venisse pubblicata una nuova edizione de La mia autobiografia di Charlie Chaplin, secondo me tra…

    Non perché ne abbia curato la prefazione. Anzi no: proprio per questo.…

  • Camera Obscura

    Tornare al paesaggio. Ernesto Anderle e l’arte «di ciò che resta»

    La fragranza del legno dei boschi del Trentino, il profumo di un cesto di funghi appena raccolti, il calore della stufa che ti accoglie sulla soglia di casa, la sensazione della terra tra…

    La fragranza del legno dei boschi del Trentino, il profumo di un…

  • Comma 22

    Gineceo. Da Sylvia Plath a Fleabag

    Ci sono parole capaci di agire come inneschi. Diventano ami – armi – per la memoria, rotte dell’esistenza. Certe volte non te ne accorgi, ma a specifici termini abbini personaggi, valori, colori, sentimenti.…

    Ci sono parole capaci di agire come inneschi. Diventano ami – armi…