Viola Di Grado

Viola Di Grado, scrittrice e orientalista, è l’autrice di Settanta Acrilico Trenta Lana (edizioni e/o, vincitore del Premio Campiello Opera Prima e del premio Rapallo Carige Opera Prima, finalista all’International IMPAC Dublin Literary Award), di Cuore Cavo (edizioni e/o, finalista ai PEN Literary Awards e agli IPTA Awards), di Bambini di ferro (La nave di Teseo) e di Fuoco al cielo (La nave di Teseo, vincitore del Premio Viareggio Selezione della giuria 2019). Collabora con linus e con Tuttolibri de La Stampa. Le sue opere sono tradotte in più di quindici Paesi.

Comma 22

L’esterno chiuso in noi. La letteratura giapponese e l’isolamento

In questa lunga ed estenuante quarantena, come molti altri, ho letto poco e con difficoltà. Le parole mi sembravano sempre troppo fitte: nodi di significati irraggiungibili. Mi mancava l’aria e la letteratura per…

In questa lunga ed estenuante quarantena, come molti altri, ho letto poco…