Alessandro Amato

Classe 1990, Alessandro Amato è milanese ma si è laureato a Torino. Al momento scrive per POP – Ilgiornalepopolare.it e Sentieri Selvaggi. Tra il 2013 e il 2016 ha collaborato con Fondazione Cineteca Italiana e poi con Aiace Torino come assistente alla programmazione. Dal 2016 al 2018 ha curato le proiezioni del Dong Film Fest e tuttora firma contributi sul cinema cinese contemporaneo per i cataloghi di eventi a tema. Co-fondatore della casa di produzione Ordinary Frames, soggettista e sceneggiatore. Inoltre, affianca le associazioni CineLab e Lacumbia Film a Torino e tiene corsi di linguaggio cinematografico per E.R.I. (European Research Institute). Dal 2020 è nel comitato di selezione del Torino Underground Cinefest.

Camera Obscura

L’ombra del sogno. Un altro giro di Thomas Vinterberg

«[…] Perciò, nella fase iniziale, possiamo definire l’Ombra come tutto ciò di cui l’uomo non è consapevole. Man mano che procediamo nell’indagine, scopriamo in genere che essa è formata in parte da elementi…

«[…] Perciò, nella fase iniziale, possiamo definire l’Ombra come tutto ciò di…