Search
Close this search box.

Gianni Turchetta

Gianni Turchetta insegna Letteratura italiana contemporanea alla Statale di Milano. Ha curato L’opera completa di Vincenzo Consolo per i Meridiani Mondadori (2015; Premio Lions – Cesare Pavese 2016) e edizioni di D’Annunzio, Pirandello, Campana. Ha pubblicato i volumi Dino Campana, biogra­fia di un poeta (1985, 19902, 20033), Gabriele d’Annunzio (1990), La coazione al sublime (1993), Il punto di vista (1999), Critica, letteratura e società (2003), “E questa storia che m’intestardo a scrivere”. Vincenzo Consolo e il dovere della scrittura (2019), Vita oscura e luminosa di Dino Campana, poeta (2020). Ha scritto saggi, fra gli altri, su «Il Conciliatore», Collodi, Salgari, Tozzi, Moravia, Cassola, Fortini, Sciascia, Mastronardi, Testori, Consolo, Tadini, Elena Ferrante. Si occupa anche di editoria e di media. Ha tradotto saggistica e narrativa dal francese (in particolare La schiuma dei giorni e Lo strappa­cuore di Boris Vian, 1992 e 1993), dall’inglese e dal serbo-croato.

Gianni Turchetta

Nella storia dell’immaginario collettivo, ci sono luoghi, tempi e civiltà che assumono speciale rilievo, fino a diventare topos, o meglio costellazioni di topoi, sorta di regioni simboliche relativamente stabili, capaci

Gianni Turchetta

La storia del mio libro, Vita oscura e luminosa di Dino Campana, poeta, è una storia molto lunga. Voglio sottolineare subito che si tratta di un libro largamente nuovo, che

categorie
menu